Se pensate che basti avere il pollice verde per intraprendere la professione di Manutentore del verde non siete sulla strada giusta.

Infatti non ci si inventa manutentori del verde da un giorno all’altro poiché vengono richieste molte competenze oltre al semplice falciare un prato o raccogliere le foglie.

Occorre avere precise conoscenze teoriche e saper maneggiare correttamente attrezzature e macchinari specifici.

manutentore del verde quali strumenti utilizza
manutentore del verde piante

QUALI ATTIVITÀ SVOLGE IL MANUTENTORE DEL VERDE?

La figura professionale del Manutentore del verde allestisce, sistema e curare aree verdi, aiuole, parchi, alberature e giardini pubblici e privati. Si occupa di curare la predisposizione del terreno ospitante, la messa a dimora delle piante sino alla realizzazione dell’impianto e alla successiva gestione, applicando le necessarie tecniche colturali e fitosanitarie.

Gestisce le manutenzioni ordinarie e straordinarie, la potatura delle principali specie ornamentali in osservanza anche delle “Linee guida per la gestione del verde urbano e prime indicazioni per una pianificazione sostenibile”. Ha le conoscenze e competenze per applicare la difesa fitosanitaria ai vegetali nei limiti delle leggi in vigore. Si occupa di recuperare e smaltire correttamente sfalci e potature e non ultimo utilizza in modo corretto le attrezzature e i macchinari specifici.

Data la natura del lavoro, tra le caratteristiche che un Manutentore del verde deve possedere ci sono inoltre:

  • amore per la natura
  • predisposizione al lavoro all’aperto
  • capacità di analisi
  • capacità di interfacciarsi con il cliente e con le sue esigenze
  • sensibilità artistica e senso del “bello”
  • manualità e senso pratico
manutentore del verde vivaio

I REQUISITI PER SVOLGERE LA PROFESSIONE DI MANUTENTORE DEL VERDE

Chi intenda avviare l’attività di manutentore del verde e non sia in possesso di titoli di studio o qualifica nell’ambito delle discipline agrarie, ambientali, forestali, e naturalistiche, deve partecipare a un corso di formazione della durata complessiva di 180 ore. Il corso è articolato in moduli di insegnamento per 120 ore di formazione teorica e 60 ore di attività pratiche relativamente alle tecniche di potatura, concimazione, diserbo e difesa, utilizzo di macchine e di attrezzature agricole.

Il corso ha l’obiettivo di formare il personale addetto alla manutenzione del verde e di acquisire l’attestato di idoneità professionale (qualifica) indispensabile per l’iscrizione al registro delle imprese della C.C.I.A.A.

La qualificazione all’attività di Manutentore del Verde sarà rilasciata al superamento di un esame volto a verificare l’acquisizione delle adeguate competenze tecnico professionali previste dal corso.

Tutti gli amanti del pollice verde pertanto non potranno più improvvisarsi giardinieri! Per poter lavorare in regola, occorrerà dimostrare di possedere una formazione adeguata ed esperienza nel campo, oppure, frequentare e conseguire con successo il corso di qualifica professionale.

manutentore del verde donna
I REQUISITI PER SVOLGERE LA PROFESSIONE DI MANUTENTORE DEL VERDE Chi intenda avviare l’attività di manutentore del verde e non sia in possesso di titoli di studio o qualifica nell’ambito delle discipline agrarie, ambientali, forestali, e naturalistiche, deve partecipare a un corso di formazione della durata complessiva di 180 ore, articolato in moduli di insegnamento per 120 ore di formazione teorica e 60 ore di attività pratiche relativamente alle tecniche di potatura, concimazione, diserbo e difesa, utilizzo di macchine e di attrezzature agricole. Il corso ha l’obiettivo di formare il personale addetto alla manutenzione del verde e di acquisire l’attestato di idoneità professionale (qualifica) indispensabile per l’iscrizione al registro delle imprese della C.C.I.A.A. La qualificazione all’attività di Manutentore del Verde sarà rilasciata al superamento di un esame volto a verificare l’acquisizione delle adeguate competenze tecnico professionali previste dal corso. Tutti gli amanti del pollice verde pertanto non potranno più improvvisarsi giardinieri: per poter lavorare in regola, occorrerà dimostrare di possedere una formazione adeguata ed esperienza nel campo, oppure, frequentare e conseguire con successo il corso di qualifica professionale.

QUALI SONO GLI SBOCCHI LAVORATIVI DEL MANUTENTORE DEL VERDE? 

È possibile avviare un’attività in proprio offrendo servizi di giardinaggio e cura del verde per hotel, condomini, privati, aziende o enti pubblici. Si può lavorare presso imprese che si occupano della manutenzione di giardini, parchi e verde pubblico, in ditte specializzate nella progettazione e realizzazione di aree verdi, in vivai e garden center, o anche come addetti al reparto giardinaggio in negozi di fai da te e bricolage.

 

SCRIVICI PER TUTTE LE INFORMAZIONI SUL CORSO IN PARTENZA DI MANUTENTORE DEL VERDE

ISCRIZIONI APERTE – Inizio corso Maggio 2021

Sei interessato ad avviare la tua attività come Manutentore del verde? Contattaci al numero 0573358808 oppure scrivere una mail a info@formazionesangiovanni.it. per ricevere maggiori informazioni sul nostro corso per Manutentore del Verde. Il nostro corso è rivolto a tutti coloro che intendono esercitare l’attività in modo professionale e consapevole, nel rispetto delle normative che regolano la gestione del verde e la sicurezza nei luoghi di lavoro.

Affrettati a prenotare il tuo posto! Le iscrizioni terminano il 16 maggio.